Vietnam: Ha Long Bay (N 20° 54' 5" - E 107° 2' 32")



La baia di Ha Long  è un'insenatura situata nel golfo del Tonchino, nel Vietnam del nord. Comprende circa 2000 isolette calcaree con numerose grotte carsiche. La baia si trova ad est della capitale Hanoi, non lontano dal confine con la Cina. In lingua vietnamita il termine "Hạ Long" significa "dove il drago scende in mare".

Uno scorcio della baia


Una leggenda locale dice che molti anni fa mentre i Vietnamiti stavano combattendo gli invasori cinesi, gli dei mandarono una famiglia di dragoni per aiutarli. Questi dragoni iniziarono a sputare gioielli che si trasformarono nelle isole ed isolotti che punteggiano la baia, unendoli poi per formare una muraglia contro gli invasori. Il luogo in cui atterrò il dragone madre venne chiamato Hạ Long, il luogo in cui arrivarono i figli prese invece il nome di Bái Tử Long ed il posto in cui i figli agitarono violentemente le proprie code venne chiamato Bạch Long Vỹ .

Ha Long è stata teatro di molte battaglie navali tra il Vietnam e le potenze vicine. In tre occasioni nel labirinto dei canali del fiume Bach Dang, vicino alle isole, l'esercito vietnamita fermò lo sbarco di quello cinese. Nel 1288 il generale Tran Hung Dao fermò le navi mongole nei pressi del fiume Bach Dang River. Vennero piazzati dei pali in legno con punte d'acciaio che durante l'alta marea consentirono di affondare la flotta di Dubhai Khan.

Durante la Guerra del Vietnam molti dei canali tra le isole vennero minati dalla marina degli Stati Uniti, ed alcuni sono tuttora un rischio per la navigazione.

La baia comprende  un’elevato numero di isolotti calcarei monolitici, ognuno dei quali ricoperto da una fitta vegetazione, che si ergono dall'oceano. La maggior parte degli isolotti è disabitato, e contiene enormi grotte. 

Escursione in canoa nel labirinto degli isolotti


Hang Đầu Gỗ  è la più grande grotta della baia. Esploratori francesi la visitarono nel XIX secolo, chiamandola Grotte des Merveilles. 



Le sue tre grandi camere contengono numerose grosse stalattiti e stalagmiti (oltre a graffiti del XIX secolo). 



Ci sono due grandi isole, Tuan Chau e Cat Ba, con insediamenti permanenti. Entrambe queste isole hanno attrezzature turistiche, tra cui hotel e spiagge. Esistono spiagge molto belle anche sulle isole più piccole.


Il sole tramonta sulla baia. Un'altro giorno è giunto al termine.


Alcune isole ospitano villaggi galleggianti di pescatori che setacciano le acque poco profonde alla ricerca di 200 specie di pesci e 450 di molluschi. La maggior parte delle isole hanno preso il nome dalla propria forma: tra queste ci sono Voi (elefante), Ga Choi (artiglio da combattimento) e Mai Nha (tetto). A 989 isole è stato assegnato un nome. Tra gli animali che le abitano ci sono antilopi, scimmie e iguane.


Dal 1994 è un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO

(Tutte le foto sono di Graziano e Daniela Lenci)

Commenti

Post popolari in questo blog

Thailandia: La vera storia del ponte sul fiume Kwai

New York City (40° 42' 51" N - 74° 0' 21" W)

Il Capo delle Tempeste e la nascita dei primi insediamenti Europei.