Irlanda: Il selciato dei giganti (55°14’27”N – 6°30’42”W)





Sessanta milioni di anni fa, i territori che oggi formano la contea di Antrim in Irlanda del Nord,  furono soggetti ad una intensa attività vulcanica, che provocò l'intrusione di basalto fuso e molto fluido attraverso dei letti di gesso formando così,  un vasto plateau lavico. La lava, a contatto con l'acqua e l'atmosfera, si raffreddò rapidamente cristallizzandosi in bizzarre colonne di foggia esagonale.

Le strane colonne basaltiche


La leggenda vuole invece che a costruire il sito fosse stato il gigante Finn Mc Cool,  per poter raggiungere la Scozia e combattere il gigante Angus, suo rivale.  Angus venne sconfitto da Finn e la Causeway, terminata la sua funzione, scomparve nell'Oceano.


Il Selciato dei giganti (in inglese Giant's Causeway) è un affioramento roccioso naturale situato sulla costa nord est irlandese a circa 3 km a nord della cittadina di Bushmills. Esso è composto da circa 40.000 colonne basaltiche, generalmente a base esagonale, ma non ne mancano anche a quattro, cinque, sette o otto lati. Le più alte raggiungono i 12 metri d'altezza, ma alcune, essendo situate su delle scogliere, si innalzano anche per 28 metri. Le formazioni visibili a occhio nudo sulla costa sono solo una parte del complesso, che prosegue anche nel fondale marino adiacente.

Le curiose formazioni esagonali 


La "scoperta" del Giant's Causeway fu annunciata al mondo nel 1693 su un documento cartaceo per la Royal Society redatto da Sir Richard Bulkeley, un membro del Trinity College di Dublino sebbene lo "scopritore" fosse in realtà il Vescovo di Derry, che aveva visitato il luogo un anno prima. Al tempo, ci furono varie discussioni sulla formazione di quel posto così particolare: ne uscirono teorie strampalate come l'esistenza di un gigante, il lavoro di uomini con cesello e picconi e qualche influenza naturale sconosciuta. Il problema fu risolto definitivamente nel 1771 quando il francese Demarest individuò un'eruzione vulcanica come origine del fenomeno. Dall'altra parte del Selciato, sulla costa scozzese, l'isola di Staffa ha le stesse formazioni basaltiche, specialmente nella grotta chiamata Fingal's Cave.

A spasso sul "selciato"


Sebbene le colonne basaltiche del Selciato del Gigante siano le più suggestive e famose, non sono uniche al mondo. Luoghi similari esistono in varie parti della Terra: oltre alla già citata Staffa in Scozia, ci sono Garni in Armenia, le isole dei Ciclopi, le forre laviche del Simeto, le Gole dell'Alcantara e i neck di Motta Sant'Anastasia in Sicilia, il "Cuccur'e Zeppara" (Guspini) e Capo Nieddu (Cuglieri) in Sardegna, le Pietre Lanciate presso Bolsena, il Devils Postpile National Monument in California, il Devils Tower National Monument nel Wyoming, l'"Organ Pipes" sul monte Cargill in Nuova Zelanda, il panska skala in Repubblica Ceca.

Daniela in posa



Il Selciato dei giganti è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1986 ed è una riserva naturale nazionale dal 1987; attualmente è di proprietà del National Trust, che lo gestisce.

(Tutte le foto sono di Graziano e Daniela Lenci)

Commenti

Post popolari in questo blog

Thailandia: La vera storia del ponte sul fiume Kwai

New York City (40° 42' 51" N - 74° 0' 21" W)

Il Capo delle Tempeste e la nascita dei primi insediamenti Europei.